sabato 16 aprile 2011

Vittorio Arrigoni - restiamo umani


non che lo conscessi direttamente ma la sua voce mi era diventata familiare su radiopopolare, leggevo occasionalmente il suo blog, ne avevo poi parlato con un amico che sta a Gaza da un paio d'anni come cooperante e lui, si, lo conosceva bene.
e mi va di ricordarlo e di segnarlo qui per non scordarlo.
mi sembrava incredibile questa scelta faticosa e difficile e profondamente umana di Vittorio Arrigoni; Paolo (l'amico cooperante) mi riportava un lato più quotidiano e credibile di vita li. anche se, a sentirla da Milano questa storia parla francamente di una realtà poco immaginabile da vivere quotidianamente. la palestina, israele, le morti quotidiane, la vita di rabbia odio terrore comprensibile ed al tempo stesso ingabbiante, da tutte e due le parti. una situazione alla quale non vedo soluzione. non so quale potrebbe mai essere.
ed è chiaro che chi soccombe è il più debole: la popolazione palestinese schiacciata territorialmente da israele e dalle innegabili maggiori possibilità militari (ed economiche) degli israeliani.
e in questo quadro viene preso ed ammazzato Vittorio Arrigoni che della Palestina parlava al mondo. sinceramente c'è qualcosa che non mi torna a pensare che l'abbiano ucciso dei palestinesi. proprio non mi convince.
che sia sempre la solita ad avere dei dubbi sulla veridicità delle informazioni dei media internazionali?
sarà che sono italiana e che so che l'informazione fatta in modo potente e totalizzante condiziona l'intera storia di un paese, delle persone che la vivono e dei politici che la governano.
allora la morte di Vittorio mi sembra molto, forse troppo congeniale alle incazzature di israele. perchè israele non avrebbe mai fatto ne uscire e neppure mai più rientrare Vittorio Arrigoni a Gaza ne nei territori palestinesi.
penso cose strane? strane congetture??
è che il suo motto "restiamo umani" mi fa pensare alle infinite sfaccettature dell'umanità, anche di chi si fa "pagare" in qualche modo da israele per far fuori qualcuno di scomodo al governo, qualcuno che dice e che viene ascoltato dal mondo. proprio ora che il mondo ha altro a cui guardare: l'Italia alle sue coste, al suo governo e al presidente del consiglio che ammette di aver fatto approvare leggi per salvarsi dalla galera; il mondo preso dagli sconvoglimenti del nord Africa e del medio oriente, dal disastro giapponese, dalle questioni più interne ad ogni stato....

a me mancherà quel blog che si è fermato il 13 aprile e che non proseguirà.
anche se non lo conoscevo, credo che farò un po' mio questa esortazione
RESTIAMO UMANI
che mi ha tanto colpita e che trovo decisamente imporantante.

3 commenti:

fillerouge ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
fillerouge ha detto...

PeaceReporter
http://it.peacereporter.net/articolo/28017/Gaza%2C+Hamas+allude+a+Israele+come+responsabile+del+brutale+assassinio+di+Vittorio+Arrigoni

Anna ha detto...

Devo essere sincera, questa storia del volontario in Palestina ucciso dai palestinesi in modo oltretutto brutale, quando lui per primo seguiva ambienti medici e non, parlando al mondo esterno della situazione palestinese...beh, cosi', a pelle, non mi è sembrata veritiera. Tutto sta sempre nel fare uno piu' uno e nell'avere una visione un po' ampia delle situazioni. Io non posso asserirlo con certezza, ma credo che piu' di una cosa sia stata celata e manomessa; ma sono mie considerazioni e di mio posso dire che mi dispiace davvero tanto.