lunedì 22 marzo 2010

generare

da che sono incinta si è mosso un mondo: dalla cerchia più stretta di amicizie, a nuovi legami che si creano, si saldano nel condividere l'esperienza, da inaspettate risorse messe in campo dai parenti, dagli amici dei miei genitori, dai genitori di amici e conoscenti.
così K. apre i bauli della nonna, la cantina con tutte le cose "avanzate" dagli 8 nipoti, Mo. accoglie i miei pianti e le preoccupazioni, Mo. e A. mi passano vestiti, S. trasborda le cose appena dismesse da sua sorella e dal suo nipotino in casa mia, Mi, Mo. e A. rispondono alle mie curiosità/domande/preoccupazioni, Mi. e D. ci portano dall'umbria cose che non usano più, mio papà realizza un fasciatoio con le sue mani (dopo anni che ha smesso di fare il falegname), I. amica di mia mamma ricama un'intera coperta di lana con personaggi del circo, mia zia scopro che ricama e che sta preparando delle cose, persino la balia che mi teneva quand'ero piccola mi chiama per dirmi che deve darmi un pensiero per il piccolo e la mamma di un amico di mio fratello sta preparandogli un maglioncino...e sicuramente mi son scordata di qualcuno e di tante cose (S. con il passeggino/carrozzina, i biberon di P.,..).
e poi ci sono le condivisioni d'esperienza: con B. più vicina, con G. più virtualmente, con Mk. a tratti, con A. di sorpresa e fresca fresca...
io sono un po' sbalordita.
e anche molto contenta di questa bella e calorosa accoglienza che il piccolo sta ricevendo...per educare un fanciullo serve un intero villaggio recita un proverbio africano, e questo villaggio è qui ad aspettarti mio caro!

Nessun commento: