mercoledì 7 ottobre 2009

OGNI TANTO C'è GIUSTIZIA in Italia

La Consulta, dopo la camera di consiglio, secondo quanto appreso dall'Ansa, ha bocciato il lodo Alfano per la violazione dell'articolo 138 della Costituzione, cioè l'obbligo di fare ricorso a una legge costituzionale e non ordinaria come quella del lodo per sospendere i processi nei confronti delle più alte cariche dello Stato.
Il lodo è stato bocciato anche per violazione dell'articolo 3, il principio di uguaglianza. La decisione della Corte Costituzionale è stata presa a maggioranza.
L'effetto della decisione della Consulta: la riapertura di due processi a carico del premier Silvio Berlusconi. Cioè quelli riguardanti i casi di corruzione in atti giudiziari dell'avvocato David Mills e per reati societari nella compravendita di diritti tv Mediaset.


ho tirato un sospiro di sollievo.
spero di non dovermelo riprendere per un colpo di mano/di stato.
S.B. è un uomo che va davanti ad un tribunale dove la legge è (dovrebbe essere?) uguale per tutti.

io, utopica, visionaria, credo che la legge DEBBA essere uguale per tutti.
e S.B. e i suoi servi, a partire da quel pazzo di Ghedini (ma che faccia c'ha???)sono uguali a tutti gli altri cittadini.
ora si vedrà sul caso Mills ma se questa decisione non fosse arrivata, avrei perso forse anche le speranze.

1 commento:

pontitibetani ha detto...

ecco lo giuro ha avuto paura. davvero! per un attimo ho temuto che ormai la conservazione del potere prenda forme più radicali.
nel dubbio io spero sempre in un tso o in un cricco... brutto eh?
in ogni caso non da me....

monica